Pluto! E la DSLR diventa subito smart!

Posted on Posted in News, Wedding Blog

Espandere le capacità della propria DSLR automatizzando il più possibile alcune funzionalità, o fare in modo che in alcune situazioni in cui cogliere l’attimo è davvero importante è il sogno di ogni fotografo, in quanto tale possibilità ci consente di risparmiare prezioso tempo. Pluto è un trigger avanzato che, interfacciato con il proprio smartphone attraverso una connessione bluetooth velocissima e stabile, ci consente, attraverso la sua app disponibile per Android e iOS, di catturare proprio quei momenti in situazioni molto particolari.

Rossozero-0336.jpg

Pluto è dotato di molte modalità di scatto che vanno da  quelle più “classiche”, come ad esempio la possibilità di essere usato come scatto remoto per semplici foto o gestire il bracketing per fotografare in HDR, passando per la gestione dei timelapse (interessante quella per le startrails) fino ad arrivare all’utilizzo di sensori dedicati capaci di attivarlo se per esempio rilevano un suono, una variazione di luce o addirittura un sorriso!

_M__0392
Il risultato del test con il sensore laser.

Tra le varie modalità quella che ha attirato subito la mia attenzione e che ho deciso di testare per prima è la modalità laser. Infatti Pluto, che arriva in dotazione con il suo sensore laser dedicato, permette di creare una linea che, se interrotta, attiva il trigger di scatto. Non avendo mai esplorato la splash photography mi sono subito cimentato nella mia primissima prova e devo dire che il risultato è assolutamente strabiliante, infatti dall’app è possibile settare addirittura il ritardo (espresso in millisecondi) tra il momento in cui l’oggetto attraversa la linea laser ed il momento esatto in cui avviene lo scatto. La foto qui sopra è stata realizzata con questa modaltià. Il risultato? Beh, giudicate voi!

splashberry-setup.jpg
Il setup dello scatto!

Per il secondo test invece ho deciso di mettere alla prova la modalità di scatto sonoro provando a catturare il momento esatto dello scoppio di un palloncino. Anche in questo caso il setup si è rivelato molto semplice ed ottenere risultati come quello mostrato in foto è davvero divertente. La cosa particolare è che si può decidere se utilizzare il microfono presente sul dispositivo oppure usare quello dello smarthpone (che rientra nella categoria degli “smart sensors” dell’app) per rilevare il suono che farà scattare l’otturatore per cui, in situazioni “umide” come questa o altre che richiedano una certa distanza dal soggetto, non è necessario che la macchina sia per vorza vicina, ovviamente questo espande notevolmente le possibilità di utilizzo.

_M__1135.jpg
Il risultato del test con il sensore sonoro

Aspettando la giornata giusta sono curioso di provare la modalità lightning per la cattura automatica dei lampi. Basta selezionare la modalità sull’app e settare la camera, al resto ci pensa Pluto!

Rossozero-0337.jpg

Durante la prova inoltre mi è capitato un piccolo contrattempo risolto in maniera rapidissima ed efficace dall’assistenza… È bastata una mail e nel giro di un quarto d’ora ero di nuovo in sala posa a divertirmi con il piccolo (ma molto efficace) trigger!

Per concludere, in questi giorni di test dedicati interamente a questo piccolo gioiello di casa Baicheng Innovations, sono stati molto divertenti. Pluto trigger è, a mio modesto avviso, un “must have” per tutti coloro i quali cercano l’essenza dell’attimo, facile e divertente da ottenere grazie al supporto di questo splendido accessorio. Assolutamente consigliatissimo!!!

Per ulteriori informazioni e per l’acquisto vi rimando al sito ufficiale: https://plutotrigger.com